Dopo la laurea in Comunicazioni Sociali (cum laude Univ Cattolica Mi 1988, Il coreodramma, dal rito al teatro) e un percorso ventennale di danza classica con insegnanti del Teatro della Scala di Milano (Rosita Lupi, Walter Venditti), ha conseguito con lode il diploma di Formazione triennale in Danzaterapia (Ass Risvegli Maria Fux  accr APID, CSEN), iscrivendosi quindi al registro italiano dei danzaterapisti APID (iscr 400). Dopo molti stages con Claude Coldy si è specializzata nella Danza Sensibile®,  seguendone prima  la formazione quadriennale, e. successivamente, ottenendo la certificazione per insegnanti abilitati alla trasmissione della DS®.

Ha continuato la sua ricerca seguendo percorsi di approfondimento di Programmazione sistemica esperienziale con Giuliana Strauss e un percorso sciamanico di Gestalt esperienziale, secondo il modello di Paul Rebillot, con lo psicoterapeuta polacco Dr Marius Wisienski  (Le voyage du Heros, Danse avec les dieux, Le theatre chamanique de l’eveil), oltre a frequentare stages di elementi di Feldenkrais con Mara Fusero, teatro con Antonietta Storchi e lavoro vocale con il maestro Tran Quang Hai.

Appassionatasi alla ricerca, per dieci anni ha integrato e orientato la pratica della Danza Sensibile verso le persone con difficoltà di movimento, questa esperienza ha permesso di far emergere in modo sempre più evidente la componente terapeutica della pratica della DS. Grazie a questa esperienza,  conduce  per la sezione di Sondrio di ALOMAR (ass. lombarda malati reumatici) percorsi settimanali di DS per la consapevolezza corporea e il miglioramento della qualità della  vita delle persone affette da patologia reumatica; inoltre, ha  collaborato come docente alla scuola di arteterapia MBA (MAPP Niguarda Milano), ed è stata docente ospite presso l’Institut des Chaines et des techniques GDS  di Bruxelles.

Con Alomar Sondrio ha fondato nel 2012 il Gruppo Alomardanzasondrio, sito:

Il gruppo, che ha come scopo la proposta danzata come momento di integrazione sociale e relazionale, nel 2016 ha partecipato al X° Festival della Biodiversità di Milano con Spirali Vitali,  e precedentemente a due edizioni del Festival di Teglio (Il corpo Sacro, Entanglement). Nel 2016/17 ha proposto con successo in numerose RSA della Valtellina il momento coreografico “C’era una volta, il passato in movimento, la memoria si fa danza”.

Nella declinazione del movimento e della consapevolezza corporea come espressione relazionale e professionale ha tenuto corsi di formazione aziendale trasversali  “La gestione proattiva e competente del cambiamento”  (percorsi rivolti a risorse in CI),

“So stare nel cambiamento” (percorsi rivolti a risorse in CI),“Ascolto e comunicazione”, “Problem solving”, “Relazione e presentazione”, “La relazione con il cliente".

Ha pubblicato articoli e scritti tra cui:

“L’esperienza di Sondrio raccontato nelle parole della danzaterapeuta”, Noi ALOMAR, n°1, Luglio 2016. 

"Dal dolore alla pace" 2013 Articolo inserito nel libro edito a cura dell’associazione Alomar sezione Sondrio  sull’esperienza delle attività svolte e dei benefici derivati.  

"Danza, la via del Corpo" Paulus, n6, dicembre 2008.

"Il tempo della lentezza. La via del Corpo nella natura." Gaia, n36 estate 2008.

"Mente e cervello, danza e entanglement"  2007, consultabile a questo link:

Attualmente continua a condurre percorsi settimanali in collaborazione con lo studio medico fisioterapico Hipocrates di Sondrio, incontri individuali e stages periodici di gruppo con tutti i tipi di utenza in varie località in Italia e all estero.

Collabora con l'artista multimediale Jessica Basso nella ricerca dell' intreccio dei diversi linguaggi.

Nel 2018 ha incontrato Patrizia Stefanini, phd in fisica e shiatsuka, fondatrice dell Istituto Europeo di shiatsu IES di Milano e Firenze, con cui collabora nella conduzione di seminari e stages residenziali, orientando le pratiche di Danza Sensibile al servizio della formazione in Hado Shiatsu.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now